Attività consiliari M5S: Facciamo il punto su Interrogazione ”prova veicoli comando” Polizia Municipale di Ciampino

Condividi

Ciampino – Oggi #FacciamoilPunto sull’Interrogazione a risposta scritta e orale (PG: A-2014-0033664) presentata in data 15 ottobre 2014 con la quale chiedevamo al Sindaco di riferire sui fatti relativi alla vicenda della “prova veicoli” fatta dal comando della polizia locale, segnalata dalla denuncia di un cittadino in forma anonima attraverso una lettera recapitata a tutti i Consiglieri comunali, Giunta e Sindaco e nella quale si testimoniava un’attività di ben altra natura rispetto al contenuto dell’ordine di servizio emesso dal Comandante .L’anonimo cittadino dichiarava di aver visto, infatti, a cena alcuni agenti della polizia locale di Ciampino più il comandante (in divisa d’ordinanza con quattro mezzi di servizio al seguito) in un ristorante di Fiumicino la notte del 20/06/2014. Abbiamo ritenuto che circa 120 km di ”prova veicolo”, otto agenti più il comandante, in un ristorante a cena e indennizzo coperto (come dimostra l’accesso agli atti effettuato dai nostri portavoce dalle quali emergono timbrature che assumiamo si traducano poi con ore lavorate in busta paga) valessero bene un’interrogazione per un ordine di servizio che ha più il sapore di una bella gita fuoriporta. A spese nostre.

La risposta del Sindaco Terzulli – piuttosto contrariato dall’anonimato della segnalazione #perchéluicimettelafacciasempre – è stata molto chiara: la pubblica amministrazione demanda gli organi giudiziari competenti per verificare se ci sono state irregolarità da parte dell’allegra e zelante comitiva che fuori orario di lavoro ha encomiabilmente proceduto alla verifica dell’affidabilità di un mezzo di servizio, per tornare di corsa al parco, dopo un veloce break al ristorante di pesce a Fiumicino. Insomma, a occhio e croce per il nostro Sindaco loro sono un esempio di impiegato ”no-perditempo, automunito” e noi i rompiscatole che hanno sollevato una considerazione meramente ”populista” (lo chiede lui stesso di passargli il termine) sottolineando come quella prova avrebbe potuto effettuarsi su territorio ciampinese unendo l’utile al dilettevole. Per esempio andando a cena al Superghino e, tra un fiore di zucca ed una capricciosa, certificare ancora una volta in modo ufficiale un’attività commerciale illecita. Ma questa è materia di un’altra interrogazione…un abuso alla volta, please.

Attendiamo, insieme all’anonimo cittadino, che gli uffici preposti esaminino e giudichino i fatti. Noi restiamo col fiato sul collo, che piaccia loro oppure no.

Tieni d’occhio le nostre attività consiliari: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/ciampino/atti-presentati.html
Il CM5S

Condividi