Centralità di Romanina, una nuova occasione di speculazione

Condividi

Da Nuovo Piano Regolatore (NPRG) sono state previste 18 nuove centralità di livello urbano e metropolitano che dovrebbero portare nuova qualità e servizi nei quartieri periferici, costituendo una rete di connessione sia tra le diverse parti della città che con i comuni limitrofi.

La caratteristica principale di questi nuovi centri dovrebbe essere quella di riunire al proprio interno funzioni diverse, nuove abitazioni, ma soprattutto uffici, servizi, attività commerciali. Tali centralità dovrebbero essere situate vicino a nodi di scambio o alle linee del “ferro” esistenti o programmate e dovrebbero essere localizzate in parte in quartieri della città esistente da completare o trasformare, in parte dovrebbero ricadere in aree interne alla città mai edificate che costituiscono i cosiddetti “vuoti urbani”.

Tra le centralità previste c’è quella di Romanina, la cui cubatura prevista da NPGR era di 1,13 milioni di mc e che la Giunta Alemanno ha praticamente raddoppiato portandola a ca. 1,9 milioni di mc. La medesima Giunta ha anche previsto un aumento della quota residenziale che è passata dal 20% al 60% dell’intera cubatura, riducendo a solo il 5% le funzioni essenziali che dovrebbero rendere la Romanina una centralità.

… continua a leggere l’articolo qui.

centralità romanina

Condividi